Riflessioni ed esperienze del mondo del gioco e sport tradizionale

FORUM INTERNAZIONALE DELLA CULTURA LUDICA Riflessioni

Quando

Ven. dalle 18.00 alle 24.00

Sab. dalle 10.00 alle 24.00

Dom. dalle 10.00 alle 18.30


Dove


PROGRAMMA FORUM DELLA CULTURA LUDICA 2021

 

Economia e sviluppo della società veronese lungo il fiume Adige

Giannantonio Conati, professore e ricercatore e Maurizio Ulliana, direttore del Museo della Navigazione Fluviale di Battaglia Terme 

Sabato 18 settembre dalle ore 16:00 alle ore 17:30

 

Un tempo sull’Adige e le sue rive venivano svolte numerose attività lavorative e il fiume, via di comunicazione fin dai secoli più lontani, rappresentava quindi una primaria fonte di sostentamento. Insieme ai barcaioli e ai conduttori di zattere, ai mugnai e ai pescatori, lungo di esso svolgevano i loro compiti diversi artigiani e addetti alle mansioni più disparate.

In questa presentazione viene riportato alla luce questo mondo scomparso, forte di elementi ambientali e antropologici e parte integrante della storia e cultura del nostro territorio.

 

 

Cibo e Gioco. Patrimoni in gioco nel Geoportale della cultura alimentare 

La rete Tocatì in Basilicata

Domenica 19 settembre dalle ore 10:00 alle ore 11:30

 

Tavola rotonda con Leandro Ventura (ICPI Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale del MiC Ministero della Cultura), Angelo Boscarino (CEO di BIA Srl), Vita Santoro (Università della Basilicata), Paolo Avigo e Valentina Lapiccirella Zingari (AGA), Gabriele Desiderio (UNPLI) e alcuni rappresentanti di comunità parte della rete italiana di Tocatì.

 

Il progetto Cibo e Gioco, patrimonio tradizionale ludico e alimentare, è un nuovo fronte di ricerca per il team di AGA e per la rete Tocatì. Dal 2017, le giornate dell’immateriale hanno messo in rete le comunità ludiche tradizionali di tutta Italia, favorendo un lavoro di rafforzamento delle capacità basato sulla conoscenza della diversità dei Giochi e Sport Tradizionali italiani, la condivisione delle esperienze locali, il dialogo tra comunità di pratica, politiche, amministrazioni e istituzioni a livello locale, regionale e nazionale. Questo grande cantiere di salvaguardia del patrimonio ludico tradizionale rafforza la consapevolezza e il riconoscimento del valore di tradizioni culturali locali poco note alle istituzioni e al mondo della ricerca. Dal 2018, una ricerca partecipativa in Lombardia ha messo in luce la forte connessione tra pratiche ludiche, momenti sociali di condivisione del cibo, contesti rituali e festivi. Grazie al Geoportale della cultura alimentare, un nuovo progetto di mappatura e ricerca è dedicato al rapporto tra gioco e cibo, con  particolare riferimento alla regione Basilicata. Il progetto è mosso dalla volontà di connettere le comunità ludiche tradizionali della Basilicata alla rete nazionale di Tocatì, approfondendo la conoscenza delle tradizioni ludiche e alimentari locali. Una presentazione del progetto in corso, in dialogo con alcune comunità della rete. 

 

 

Paesaggi d’acqua e tradizioni delle Lande

Paysages d’eau et traditions de Landes

Domenica 19 settembre dalle ore 12:00 alle ore 13:30

 

con Jean-Louis Laffort, Conservatoire des Landes et Jérôme Labadie, Federazione dei Gruppi Folclorici Landesi

Il paesaggio delle Lande è stato un paesaggio d’acqua fino all’inizio del XX secolo, quando le bonifiche lo modificano trasformandolo in una grande pineta. La tradizione dei trampoli è legata al lavoro dei pastori, in movimento attraverso terreni paludosi. La pratica, abbandonata nel suo uso pastorale, si trasforma in una attività ludica che prende diverse forme, come la danza sui trampoli, le gare di abilità, la corsa ad ostacoli… un racconto di questa trasformazione e delle sue declinazioni contemporanee.

 

 

Sport d’acqua e giochi d’acqua tradizionali a Cipro 

Traditional Water Sports and Water Games of CYPRUS

Domenica 19 settembre dalle ore 14:30 alle ore 16:00

 

con Christiana Leonidou e Mr. Christakis Papanikolaou, Associazione per il Folclore KTIMA

L’Associazione per il Folklore «KTIMA» presenterà alcuni Giochi e Sport Tradizionali propri della cultura cipriota, legati all’acqua. La presentazione vuole raccontare i significati di queste tradizioni ludiche e delle celebrazioni durante le quali vengono praticate, mostrandone le caratteristiche distintive.

Le feste del cataclisma sono organizzate dalle comunità locali delle zone balneari dell’isola, quali Larnaka, Paphos, Polis Chrysochous, Kerynia, Karavas e negli ultimi anni Limassol. Nella giornata dedicata ai giochi, le attività sono organizzate in collaborazione con i circoli nautici e le associazioni culturali locali. Il giorno dello Spirito Santo è sempre un lunedì e il clou della giornata è l’evento di sport e giochi marini (Cataclysm Sports & Games). I giochi iniziano all’ora di pranzo e finiscono al tramonto, seguiti da un concerto dal vivo notturno.

 

 

Vivere sull’acqua: comunità ludiche dei laghi e della laguna in dialogo con le istituzioni. 

La salvaguardia del patrimonio immateriale nelle politiche culturali delle regioni Veneto e Lombardia. 

Domenica 19 settembre dalle ore 16:00 alle ore 17:30

 

Tavola rotonda con Fausta Bressani (Direzione Beni Culturali Regione del Veneto), Stefania Tamborini e Agostina Lavagnino (Direzione Autonomia e Cultura Regione Lombardia/AESS), Valentina Lapiccirella Zingari, Paolo Avigo e Giuseppe Giacon (AGA), Patrizia Boschiero e Alessandro Arcangeli (Fondazione Benetton Studi e Ricerche), insieme a rappresentanti delle società remiere, circoli nautici, associazioni locali e artigiani della laguna di Venezia e dei laghi di Garda e Iseo.

 

Un dialogo sulle caratteristiche di tradizioni ludiche storicamente legate al lavoro dei pescatori e alla vita sull’acqua in laghi e lagune. Una riflessione condivisa sulle difficoltà, i bisogni e le prospettive delle comunità di praticanti nel contesto attuale, anche alla luce della pandemia Covid19. Una riflessione sulle prospettive del lavoro di inventariazione partecipativa, documentazione e messa in rete delle comunità coordinato da AGA, grazie al supporto della Regione del Veneto (Legge regionale N°8, 11 de maggio 2015 e supporto al processo di salvaguardia nell’ambito della candidatura UNESCO di Tocatì) e di Regione Lombardia (bando immateriale 2018-2020 e supporto al processo di salvaguardia nell’ambito della candidatura UNESCO di Tocatì).

 

PER ACCEDERE ALL’AREA È NECESSARIA LA CERTIFICAZIONE VERDE COVID-19.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi