Edoardo Albinati

Narrazioni e conferenze Riflessioni
Scrittore

UN ADULTERIO

Alcune storie richiedono anni per compiersi, altre bruciano in un breve arco di tempo e in uno spazio che più è ristretto più le rende intense. Mentendo ai loro coniugi e forse anche a se stessi, i due protagonisti rubano un fine settimana alla vita ordinaria e a fine estate, s’imbarcano su un aliscafo che li porterà su un’isola dove il tempo è fermo e aspetta solo loro per animarsi. Di Erri e Clementina, Albinati ci mostra solo alcune foto, momenti della loro avventura, da guardare di nascosto e dimenticare in fretta. È un racconto sincero, anche se costruito su bugie, e le sue pagine parlano a tutti noi: quelli a cui è capitato di vivere una relazione clandestina, quelli che la escludono o la rifuggono, quelli che in segreto la desiderano.

 

Edoardo Albinati è nato a Roma nel 1956. Lavora come insegnante nel carcere di Rebibbia. Tra i suoi libri Maggio selvaggio, Orti di guerra, 19, Sintassi italiana, Svenimenti, Tuttalpiù muoio (scritto con Filippo Timi), Vita e morte di un ingegnere. Nel 2016 ha vinto il Premio Strega con La scuola cattolica. Dialogherà con lui Don Giuseppe Tacconi, professore presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli Studi di Verona.

 

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi