Alla Scuola di Volo di Brest

Laboratori Riflessioni

Quando

Sab. dalle 15.00 e alle 16.00

Dom. dalle 10.00 alle 11.00 e dalle 15.00 alle 16.00


Dove

X

Annullato in caso di pioggia

I pionieri dell’aeronautica da piccoli giocavano con oggetti volanti, come la libellula di bambù (Cayley) o gli aeroplanini di carta (Coanda). Ciò conferma la grande importanza che il gioco e la fantasia hanno nella formazione della mente scientifica. Anche in Bretagna uno dei primi aviatori, Felix du Temple de la Croix, fece volare un modellino di aeroplano (1857) e poi un aereo con pilota (1874) in uno dei primi decolli e atterraggi della storia. Il suo monoplano con le ali a punta ricorda molto il gioco degli “alianti da passeggio”, costruiti con fogli di polistirolo riciclato e sospinti con una scatola di cartone. A Brest arrivò anche nel 1929 lo scrittore e aviatore Antoine de Saint Exupery, per frequentare la scuola di volo. 

In questa “conferenza con esperimenti” ci sono racconti, aeroplani di carta e alianti da passeggio che volano di qua e di là, per esplorare il legame tra gioco e scienza, per volare sulle ali della fantasia, per portarci alla scuola di volo di Brest.

 

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi