Sportimonium, Belgio, il primo centro tematico museografico di ricerca e pratica ludica in Europa

In tutti i paesi del partenariato i parchi tematici costituiscono esperienze in forte sviluppo e di grande attualità.

In Italia, nel luglio 2019, con un proprio progetto già approvato dalla Sovrintendenza del Beni Culturali, AGA ha permesso al Comune di Verona di accedere alla copertura finanziaria per la realizzazione delle opere del Parco dei Giochi e Sport Tradizionali Italiani e l’ampliamento di Casa Colombare, futuro “Centro per la Salvaguardia dei Giochi e Sport Tradizionali” (PON Cultura e Sviluppo 2014/2020). I lavori inizieranno nel 2022 con inaugurazione prevista per il 2023. L’intero progetto porterà alla realizzazione, unica in Italia, di un centro ludico culturale dedicato ai giochi e agli sport tradizionali, un punto d’incontro internazionale in cui le comunità e tutti gli appassionati potranno trovare informazioni, spunti di riflessione e soprattutto altri giocatori e giocatrici appartenenti alle più diverse comunità ludiche, con cui condividere esperienze di gioco. Casa Colombare potrà sviluppare nuove progettualità con altri centri tematici situati nei paesi del programma Tocatì, come Sportimonium in Belgio.

In Belgio Sportimonium è stato il primo centro tematico museografico, di ricerca e pratica ludica in Europa.

In Croazia lIPS ha promosso l’inizio della documentazione del progetto per la
realizzazione del “Centro Educativo-Interpretativo dei Giochi e Sport Tradizionali” a Juršići, Svetvinčenat, come struttura turistica aperta ai visitatori e basata su un approccio interattivo e interpretativo.

Il centro sarà indirizzato e aperto ai visitatori, alle gite scolastiche, al pubblico professionale e alla popolazione locale e sarà composto da diverse unità tematiche:

La parte multimediale situata in uno spazio chiuso di 300 m2 con attrezzature per presentazioni video e audio, incontri, mostre, seminari e workshop e la sezione aree tematiche divisa in giochi per bambini, giochi del pastore, giochi dell’osteria, giochi urbani e giochi legati ad alcune usanze popolari. La preparazione della documentazione del progetto è nella fase finale e il progetto dovrebbe essere completato nel 2023.

In Francia, nel 2018, la Confederazione FALSAB ha creato un parco divertimenti dedicato alla scoperta dei giochi e degli sport tradizionali bretoni. Questo parco unisce il patrimonio culturale immateriale con i giochi tradizionali bretoni, provenienti soprattutto dalla Francia e dal mondo, il patrimonio edilizio con la casa del guardiano della chiusa e il forno per il pane, e il patrimonio fluviale con il vicino passaggio del Canale di Nantes-Brest.